Mental training - Allenare la propria mente per esprimere al massimo le proprie capacità


“La psicologia dello sport è lo studio scientifico dei fattori psicologici che sono associati alla partecipazione e alla prestazione nello sport, all’esercizio e ad altri tipi di attività fisiche.

Gli psicologi dello sport sono orientati verso due principali obiettivi: aiutare gli atleti a utilizzare principi psicologici per aumentare la performance sportiva e comprendere come la pratica sportiva, l’esercizio e l’attività fisica, influenzino lo sviluppo psicologico, la salute e il benessere dell’individuo attraverso il ciclo di vita A.P.A. (American Psychological Association).


È stato ormai ampiamente dimostrato e confermato che, oltre alla preparazione fisica, le variabili emozionali, motivazionali e interpersonali incidono sul rendimento sportivo. Inoltre, l’attività fisica rappresenta un veicolo di benessere fisico, psicologico e sociale.

La pratica sportiva favorisce, quindi, buoni livelli di benessere psico-fisico e costituisce una valida azione preventiva nei confronti di numerose patologie (malattie cardiocircolatorie, obesità, etc.).

Ed è proprio su queste variabili, che non si rifanno prettamente alla preparazione atletica e fisica, che si concentra il lavoro dello psicologo dello sport. L’obiettivo è quello di intervenire su tali aspetti psicologici per migliorare di conseguenza la propria performance sportiva. Il Mental Training (Allenamento Mentale) è appunto un programma di esercizi che permette alla persona di potenziare le proprie capacità mentali in relazione all’attività fisica in un’ottica di benessere a 360 gradi.

Alcuni esempi di tecniche possono essere:

  • Self Talk: dialogo interno, silenzioso o vocalizzato, fatto da parole, frasi o immagini mentali positive, finalizzato ad incrementare il controllo del comportamento;

  • Pensiero Positivo: dinamica cognitiva volta a trasformare gli aspetti negativi in positivi così da puntare su quest’ultimi;

  • Goal Setting: strategia cognitiva mediante la quale si stabiliscono priorità e obiettivi che influenzano positivamente il comportamento, la performance e i significati attribuiti dall’individuo alla realtà;

  • Tecniche di Rilassamento: volte al raggiungimento di uno specifico stato psico-fisico, caratterizzato dalla percezione di benessere, calma e piacere sul versante psicologico e dalla distensione muscolare su quello somatico.

Tutto ciò non riguarda solamente atleti agonisti che gareggiano in competizioni ad alto livello, ma anche persone che praticano una qualunque attività sportiva, magari come hobby. Soprattutto per quest’ultime, l’influenza delle variabili psicologiche riferite alla pratica sportiva viene spesso sottostimata e ciò può generare conseguentemente un abbassamento dei livelli di benessere generale nel momento in cui, durante la pratica, si va incontro a problemi o difficoltà.


“Per ogni individuo, lo sport è una possibile fonte di miglioramento interiore”

Pierre de Coubertin, fondatore dei moderni Giochi Olimpici


Dott. Stefano Beretta

Psicologo Clinico, della Salute e dello Sport, Psicoterapeuta Psicoanalitico Individuale e di Gruppo in formazione.

Ad Afrodite propone questi servizi:



117 views0 comments

Recent