Astrofotografia e maschera di Bahtinov

Avete mai provato a mettere a fuoco nel buio più totale? 📷

Se avete provato, sapete già il principale problema in cui si incorre, se ancora non lo avete fatto, ecco svelato l’arcano: un ostacolo apparentemente insormontabile nella #fotografia al buio, solitamente di notte quando si fotografa il cielo stellato o l’aurora boreale, è la messa a fuoco.


Alcuni anni fa, un appassionato di fotografia astronomica, Pavel Bahtinov, posto di fronte a questo annoso problema ha trovato una soluzione semplice, ingegnosa ed efficace.


Ha infatti costruito una maschera, una sorta di filtro senza vetro, da porre sulla parte frontale dell’obiettivo.

Questa maschera, che prende appunto il nome di maschera di Bahtinov, presenta una metà coperto da fasce parallele al raggio centrale e la seconda metà con altre fasce inclinate di +40° e -40° (a seconda del quarto dell’area) rispetto alla prima metà (vedi immagine).

Quando si muove la ghiera della messa a fuoco (impostata su manuale), la maschera crea una rifrazione che ci permette di stabilire quando la stella (o in generale il punto luminoso) che stiamo inquadrando è a fuoco: nel momento in cui il raggio centrale passerà esattamente al centro dei due raggi obliqui, la messa a fuoco sarà corretta e saremo pronti per scattare la nostra foto notturna!



Se si decide (e perché no???) di utilizzare questo semplice strumento, si può pensare di costruirselo in proprio (su diversi siti ci sono indicate tutte le misure in base a diametro dell'obiettivo e apertura di diaframma), o, più semplicemente, acquistarne di già pronti, visto anche il costo che è abbondantemente sotto i 50 €.

24 views0 comments

Recent Posts

See All